×

Questo sito utilizza cookie di terze parti per il suo funzionamento. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'utilizzo dei cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Potrai in ogni momento approfondire o negare il consenso tramite il link nel footer del sito.

eventi

divider

“Le passioni non possono essere descritte ma possono essere vissute”
Uno sguardo agli eventi di convivialità e a quelli per il sociale di questa originale e appassionata maison fatta da persone per le persone

divider
cravatta

Roma, politici e vip alla corte di Sanseverino

20 Nov 2009

Come ogni anno, la nota griffe artigianale Sanseverino Napoli organizza all’Hassler la due giorni dedicata alla cravatta. Una 48 ore di mondanità e moda che vede il susseguirsi di due show-room diurni e un cocktail serale solo per selezionati invitati: Bruno Vespa e signora, Clemente Mastella, Diego Della Valle, manager, parlamentari e giornalisti come Giancarlo Mazzucca, Paolo Gambescia e Marco De Marco. Tutti a scegliere incuriositi cravatte e foulard tra i “sempre” nuovi modelli presentati da Salvatore Sanseverino, ormai noto in tutta Italia per le sue “sette pieghe”. A Roma, a far festa tra regimental, cravatte a tinte unite e stampati anche i tanti amici napoletani tra cui storici politici, professionisti e imprenditori. La festa dell’elegante accessorio è organizzata apposta per i vecchi clienti e i nuovi curiosi.

cravatta

Con AMREF la tribù del nodo va in aiuto all’Africa

14 Nov 2008

È tornata a riunirsi nel segno dell’eleganza e della solidarietà la “tribù del nodo” che mette insieme volti noti della politica (Berlusconi e Fini), del giornalismo (Carlo Rossella e Enrico Mentana) e della grande industria (Della Valle, Montezemolo e Abete), intorno all’accessorio più duraturo della moda. Come sempre presieduta dal creatore Salvatore Sanseverino che, alle sue produzioni di cravatte, foulard e pregiate pashmine da donna, ha legato un nuovo progetto ASANTE SANA: foulard che raccontano l’Africa, il cui ricavato sarà in parte devoluto all’associazione benefica AMREF (American Medical and Research Foundation), per finanziare interventi sociali di sostegno alle popolazioni del Continente Nero.